Roberto Baggio e la sua famiglia rapinati in casa mentre stavano guardando Italia-Spagna

Un enorme spavento. È quello che la leggenda del calcio, ex stella della Nazionale di calcio italiana, Roberto Baggio ha vissuto con la sua famiglia ieri sera, giovedì 20 giugno 2024. Proprio mentre stava guardando, nella sua villa di Altavilla Vicentina, la partita dell’Italia agli Europei contro la Spagna. Un vero e proprio incubo durato 40 minuti, iniziato verso le 22, racconta il Corriere, quando una banda di almeno 5 persone armate è entrata nella sua abitazione.

All’entrata dei rapinatori, Baggio ha cercato di affrontare uno dei malviventi, ma dopo una piccola colluttazione, è stato colpito da uno di loro con il calcio della pistola, provocandogli una profonda ferita. Il Corriere racconta ancora che lui e la famiglia sono stati poi sequestrati, rinchiusi in una stanza della casa, mentre nel frattempo la banda svaligiava casa, cercando in ogni angolo oggetti di valore, come orologi, gioielli e denaro. Roberto Baggio, una volta percepita la fuga dei rapinatori, ha poi chiamato i carabinieri, dopo aver sfondato la porta in cui sono stati rinchiusi per circa 40 minuti.

Una volta arrivati sul posto i militari della compagnia di Vicenza, il Divin Codino è stato trasportato al Pronto Soccorso di Arzignano, dove gli sono stati applicati alcuni punti di sutura in fronte, lì dove aveva ricevuto la botta dai malviventi. Per fortuna, oltre alla colluttazione, nessun altro membro della famiglia è rimasto ferito, ma gli inquirenti stanno lavorando per accertare completamente la situazione, acquisendo tutte le immagini delle videocamere di sorveglianza della casa di famiglia.

UPDATE ore 11:50

Roberto Baggio ha parlato, dopo il terribile misfatto vissuto la scorsa notte del 20 giugno 2024, quando dei malviventi hanno fatto irruzione nella sua abitazione di Altavilla Vicentina, in provincia di Vicenza, sequestrando per diversi minuti la sua famiglia e arrecando anche delle ferite al Divin Codino. Come riportato dall’ANSA, la leggenda del calcio italiano ha infatti rilasciato delle dichiarazioni tramite il suo storico manager, Vittorio Petrone. «Innazitutto desideriamo, io e la mia famiglia, ringraziare tutti per il grande affetto ricevuto. Davvero grazie. In simili circostanze può accadere di tutto, e per fortuna la violenza subita ha generato solo alcuni punti di sutura alla mia persona, lividi e molto spavento. Ora rimane da superare la paura», ha concluso Baggio.

[📸 IPA Sport / IPA]

Tags: Roberto Baggio