Non ci vedi doppio, è solo lo show di Gucci!

La sfilata di Gucci donna primavera-estate 2023 si è svolta in via Mecenate, presso il Gucci Hub. Lo show riflette sulla tematica del doppleganger e inizia con una forte carica genderless, tra giacche doppiopetto, reggicalze e lingerie in pizzo sotto a completi e chiodi in pelle. “I gemelli non sono una copia, ma due entità diverse”, proprio come le due madri di Alessandro Michele, a cui vuole rendere omaggio.

Massimalismo, pastiche e accenti shock,si uniscono ad uno styling minuzioso, per un effetto surreale: orecchini lunghissimi diventano frange che penzolano dalle montature degli occhiali, per poi mutare in catene punk sul viso, come piercing. Accessori estremi e completi preppy popolano tutta la passerella, dipingendo l’immaginario del collegiale ribelle che indossa bomber di paillettes, borsette-orso e cravatte 70s.

Tra gli ospiti, Chiara Ferragni assiste alla sfilata con un look total black con pantaloni in pelle ricoperti di borchie, top in pizzo e foulard. Caro Daur opta per un completo genderless ciclamino, mentre Leonie Hanne abbina una pelliccia alla lingerie in pizzo mentre Jodie Turner-Smith arriva con giacca in denim cropped e minigonna in pelle e stivale. Massimo Bottura si presenta con una giacca in tartan, jeans e sneakers Gazelle.

Il mix&match prende vita con fantasie in tweed, texture animalier, cartoon, scacchi e stampe di utensili da lavoro. Mentre i cut out si alternano a look in seta orientaleggianti. Gucci esagera anche con le borse, da cui penzolano dei Gremlins peluche y2k. Gli abiti da sera fondono il classico al contemporaneo con strascichi, tulle, paillettes e tessuti intrecciati. Ecco svelato il segreto di Gucci Twinsburg: coppie di gemelli sfilano per mano con outfit identici, in quello che sembra un viaggio dentro un film di Kubrick attraversando tutte le epoche della moda. Una sfilata eccentrica che non vuole rinchiudersi all’interno di uno stile, ma che spazia tra concetti opposti, catturando gli sguardi incuriositi del pubblico, ma soprattutto i desideri più esigenti.

Di Silvia Zardini

Tags: Gucci , Milano Fashion Week