Maria Antonietta: che fine hanno fatto i gioielli della sovrana?

Maria Antonietta, la regina più famosa della storia, era nota anche per le spese sontuose: l’ultima sovrana di Francia e suo marito, Luigi XVI, prima della loro prematura scomparsa, riuscirono infatti ad accumulare beni per una cifra pari a un budget annuale che supera i 3 milioni di dollari, secondo quanto è stato riportato anche da “WWD”. E il loro punto debole, accanto ad accessori di ogni sorta, erano certamente i gioielli.

Dopo lo scoppio della Rivoluzione francese nel 1789, il Re e la Regina pianificarono la fuga nel 1791 e Maria Antonietta decise di metterle in salvo la sua collezione conservandola in una cassa di legno. Questa doveva essere trasportata dai suoi consiglieri a Vienna, dove il loro destino sarebbe stato quello di finire in custodia nelle mani dell’Imperatore d’Austria Giuseppe II, nonché nipote della sovrana.

Tuttavia, se rispolveriamo le nozioni apprese a scuola sui libri di storia, dovremmo ricordare che la fuga di Maria Antonietta e Luigi XVI non andò a buon fine, e i due sovrani finirono per essere giustiziati. Maria Teresa di Francia, unica figlia sopravvissuta della coppia, ricevette così i gioielli in eredità dopo essere stata esiliata in Austria, per poi lasciarli nelle mani di sua nipote, la Duchessa di Parma e, infine, alla Casa Reale dei Borbone di Parma. Nella collezione di gioielli dei Borbone-Parma, tra i pezzi, figurano una collana di perle a tre fili con chiusura di diamanti, una spilla a fiocco ornata da un diamante giallo e un anello di diamanti con le iniziali del nome della regina, contenente anche una ciocca di capelli di Maria Antonietta. Molti di questi gioielli andarono perduti durante la Rivoluzione francese, per poi essere ritrovati e messi all’asta da Sotheby’s nel 2018.

Non solo, due diamanti appartenuti a Maria Antonietta si trovano attualmente nella collezione dello Smithsonian, un’organizzazione di istruzione e ricerca annessa a un importante museo, amministrato e finanziato dal governo degli Stati Uniti. Le pietre del valore rispettivamente di 14 e 20 carati, provenivano dall’India e dal Brasile e si ritiene che fossero incastonate in un paio di orecchini appartenenti alla regina.

Secondo quanto riportato anche da “WWD”, successivamente sono state vendute anche ventuno perle grigie dalla famosa casa, messa all’asta dalla famosa casa Christie’s nel 2007. Queste pietre pare fossero incastonate in una collana di diamanti e rubini risalente al 1849, mentre le perle sono databili a mezzo secolo prima. Sempre Christie’s nel 2021 ha messo in vendita altri due gioielli appartenenti alla sovrana: erano realizzati con centododici diamanti di peso compreso tra 1 e 4,5 carati e incastonati sia in argento che in oro. Questi gioielli – acquistati dalla Regina per 4,6 milioni di dollari e realizzati dal suo gioielliere personale, Charles Auguste Boehmer – pare appartenessero alla parte di collezione di gioielli della Regina custodita dai Borbone-Parma per più di duecento anni.

[📸 CC BY-SA 4.0: Orietta Paganotti / commons.wikimedia.org]

Tags: gioielli , Maria Antonietta