Kendall Jenner si apre in una nuova intervista: “Ho avuto due mesi difficili, sono più triste e ansiosa del solito”

In una nuova intervista rilasciata a “Vogue”, su cui Kendall Jenner è in cover fotografata da Mert Alas e Marcus Piggott per il numero di giugno/luglio 2024, la modella ha avuto modo di parlare non solo della sua famiglia, del rapporto con la sorella Kylie, con la serie “The Kardashians” e del suo lavoro da modella, ma anche dei “pensieri che si insinuano nella sua mente”. Pensieri che, però, Kendall afferma di non analizzare fino in fondo, al fine di non perdersi in una “spirale”. «Non mi siederò qui e mi comporterò come se tutto fosse perfetto. Questa è la vita: entrerò e uscirò sempre da quei sentimenti» afferma la modella che, nel corso della chiacchierata, parla anche della morte, del concetto di infinito e degli addii.

«Sono un pensatore negativo» prosegue Kendall nel suo racconto introspettivo, «Questo è il mio problema. Sono sempre preoccupata per qualcosa che potrebbe non accadere mai. Non vedo perché non dovrei essere onesta al riguardo. Nella mia carriera in questo momento mi sento davvero stabile, davvero fiduciosa. Ma ho passato due mesi difficili. Non sono stata me stessa e i miei amici lo vedono. Sono più triste del solito. Sono molto più ansiosa del solito». «Nelle interviste precedenti, quando qualcuno mi chiedeva del mio stato mentale, rispondevo sempre: “Sto benissimo in questo momento”, ma questo è ciò con cui ho avuto a che fare».

«Sono stressante e una maniaca del controllo per natura. Ringrazierò mia madre per quello. Anche per me questo è un periodo di transizione» prosegue poi, «Sono così stanca emotivamente, ma penso che sia bello. È quasi come se stessi eliminando qualcosa per i miei 30 anni. Questa è la mia teoria».

[📷 BACKGRID / IPA]

Tags: Kendall Jenner