John Lennon, la sua chitarra “perduta” è stata venduta all’asta per quasi 2,9 milioni di dollari

Un fortunato acquirente si è aggiudicato all’asta la chitarra “perduta” di John Lennon per quasi 2,9 milioni di dollari (pari a circa 2,6 milioni di euro). La notizia è stata divulgata della casa d’aste Julien’s Auctions, che si è occupata di gestire la transazione e sul sito ufficiale ha scritto: «Questo tesoro perduto, scomparso per 50 anni, è ora la quinta chitarra più costosa mai venduta».

Si tratta della chitarra acustica Framus Hootenanny a 12 corde, che sarebbe stata ritrovata in una soffitta dopo più di 50 anni. La casa d’aste, nota per la vendita di numerosi cimeli delle più grandi star del rock, ha confermato che la chitarra era di proprietà di John Lennon, in quanto «Presenta alcuni segni distintivi che lo rendono facilmente identificabile rispetto alle foto e alle immagini di “Help!”». Nel 1964 il cantautore dei Beatles acquistò questa storica chitarra, che diventò a tutti gli effetti testimone della genesi di alcune delle canzoni più amate da Lennon, che l’ha utilizzata insieme a George Harrison durante le sessioni di registrazione degli album “Help!” e “Rubber Soul” realizzati dai Beatles.

La vendita della chitarra “perduta” è avvenuta il 29 maggio 2024 nelle sale dell’Hard Rock Café di Times Square, a New York. Prima che il suono del martelletto del banditore riecheggiasse nella sala, l’atmosfera era «elettrica, carica dell’attesa di collezionisti, fan e appassionati di musica riuniti da tutto il mondo per assistere a questo evento storico», scrive la casa d’aste. L’offerta finale è stata di 2.857.500 dollari, consolidando la Framus Hootenanny come la quinta chitarra più costosa mai venduta.

[📷 IPA; juliensauctions.com]

Tags: John Lennon , Chitarra , Help!