“Furiosa”, il flop al botteghino potrebbe causare la chiusura del cinema regionale del Queensland

“Furiosa: A Mad Max Saga” potrebbe essere motivo di chiusura di un complesso cinematografico australiano nella città di Emerald, nel Queensland. Il motivo? L’atteso blockbuster con Chris Hemsworth e Anya Taylor-Joy non avrebbe raggiunto i risultati prefissati in termine di vendite. Lo riferisce il “Daily Mail”, che ha riportato le parole di Stephen Goddard, il manager dell’Emerald Cinema Complex, rimasto deluso dalle vendite dei biglietti.

«“Furiosa” è davvero un bel film, ma non importa. Posso dire con certezza che non arriveremo a dicembre», ha ammesso l’imprenditore. Stando ai numeri delle vendite, infatti, il quinto capitolo del franchise di Mad Max non è riuscito ad attirare il pubblico e non sarebbe ancora stato in grado di pareggiare il suo budget iniziale di 168 milioni di dollari (pari a circa 251 milioni di dollari australiani).

Parlando in termini di numeri, il manager dell’Emerald Cinema Complex ha spiegato che un film di successo solitamente vende 1050 biglietti in una settimana: tuttavia, nella prima settimana sono stati venduti circa 222 biglietti, un numero irrisorio rispetto alle attese che, secondo Stephen Goddard, potrebbe segnare la fine dei 20 anni di attività del complesso cinematografico. «Probabilmente chiuderemo – ha ammesso l’imprenditore – Nel periodo dal 2006 al 2009, i film più importanti hanno venduto 4.500-5.000 biglietti, noi ne abbiamo venduti 66.000 in tutto quel periodo. Se saremo fortunati, quest’anno arriveremo, forse, a 30.000 posti. I nostri costi sono saliti alle stelle. (…) So che il [cinema] Mount Isa è sulla stessa barca. Ho parlato con loro e stanno valutando la cosa».

[📸 ©️ 2024 Warner Bros. / Jasin Boland]

Tags: Cinema , Chris Hemsworth , Anya Taylor-Joy , Furiosa