Elon Musk: gli investitori di Twitter lo citano in giudizio

Gli investitori di Twitter hanno citato in giudizio Elon Musk e la piattaforma stessa a causa della gestione dell’offerta da 44 miliardi di dollari avanzata dal patron di Tesla per l’acquisto del social media in questione.

La causa sostiene che Elon ha violato le leggi aziendali della California, manifestando una “condotta illecita” poiché le sue «false dichiarazioni e manipolazione del mercato hanno creato ‘caos’ nella sede di Twitter a San Francisco».

La proposta di azione collettiva è stata presentata questa settimana presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto settentrionale della California dall’investitore William Heresniak che ha affermato di agire «per conto suo e di tutti gli altri in condizioni simili» si legge sulla “BBC”.

Oggetto del caso anche i tweet e i post pubblicati da Elon Musk, considerati “fuorvianti”. Nello specifico si fa riferimento a un post del 13 maggio in cui l’imprenditore ha scritto: «L’accordo di Twitter è temporaneamente sospeso in attesa di dettagli a supporto del calcolo che gli account spam/falsi rappresentano effettivamente meno del 5% degli utenti».

Secondo la causa questo tweet «costituiva uno sforzo per manipolare il mercato delle azioni Twitter poiché sapeva degli account falsi».

Frank Bottini, uno degli avvocati che rappresentano gli investitori di Twitter, ha dichiarato alla “BBC” che la causa è stata intentata poiché Musk «continua a denigrare la società che vuole acquistare per 44 miliardi di dollari nel tentativo di rinegoziare il prezzo di acquisto. La denuncia che abbiamo presentato a San Francisco mira a ritenere Musk responsabile della sua condotta illegale».

Tags: acquisto , BBC , citato in giudizio , Elon Musk , offerta , Twitter , William Heresniak