Dior: la collaborazione in Egitto con Tremaine Emory, stilista di Supreme

Questa settimana, Dior svelerà ben due collezioni in Egitto: la “Giza” pre-fall e la collaborazione con Tremaine Emory, stilista di Supreme e Denim Tears. La collezione dedicata al 2023 avrà come sfondo il panorama suggestivo delle piramidi di Giza, come suggerisce il nome vicino al Cairo. Ma già domani Kim Jones, direttore creativo di Dior, svelerà l’attesissimo risultato della partnership con Tremaine Emory. Lo stilista è una figura di spicco nel panorama fashion da diversi anni, oltre ad essere co-fondatore del brand No Vacancy Inn e a vantare di collaborazioni con Virgil Abloh e Stussy. “Dior Tears” è il nome scelto per la collezione, che domani sfilerà ad un evento speciale presso il Grand Egyptian Museum del Cairo.

In un’intervista a WWD, Tremaine Emory ha anticipato che la collezione con Dior sarà un omaggio a personaggi di spicco della scena black, tra cui lo scrittore James Baldwin e il trombettista jazz Miles Davis. Kim Jones e Tremaine Emory hanno presentato la capsule durante la sfilata resort di Dior, a Los Angeles. Il museo archeologico che ospiterà la collezione, progettato da Heneghan Peng Architects, aprirà le sue porte al pubblico a partire dal 2023. All’interno, saranno esposti importanti reperti storici inclusa la collezione completa del faraone Tutankhamon. Per Kim Jones e per la maison francese, quella con Emory è una collaborazione significativa ed importante, che svilupperà una conversazione tra abbigliamento sportivo americano e capi d’archivio.

Tags: Tremaine Emory , Denim Tears , Dior Tears , Giza , Egitto , Cairo , moda , Fashion , Dior