Diesel: la Resort 2025 sancisce il gusto “artisanal but sexy” di Glenn Martens

Da quando è diventato direttore creativo del brand, nell’Ottobre 2020, Glenn Martens ha saputo conferire a Diesel un’identità unica e riconoscibile, capace di conquistare rapidamente il pubblico di ogni generazione, ma soprattutto di imporsi in un immaginario ben definito, innovativo, dissacrante, sexy, ma anche rispettoso dell’heritage del brand. Una visione che si rispecchia anche nella nuova collezione Resort 2025, nutrendosi ancora una volta di una nuova linfa fresca e seducente .

Famoso anche per i suoi fashion show, che di volta in volta catapultano lo spettatore in experience sempre diverse ed entusiasmanti, Martens per le collezioni pre-season/resort opta solitamente per lookbook digitali, che tuttavia non scalfiscono minimamente il desiderio tangibile di chi le guarda. La Resort ’25 contiene tutti i principi del “Martens-ism”: capi sagomati, dettagli trompe l’oeil, layering, maglieria artigianale raccontata in una versione contemporanea decisamente hot, grafismi, giacche sportive, palette colori sfumate, a tratti psichedeliche.

E ancora la pelle, che ritroviamo su giacche e abiti, utility wear con tessuti tecnici, dettagli irriverenti in fur dai colori fluo, e ovviamente l’immancabile denim, ogni presente su una moltitudine di capi e accessori, senza mai essere uguale a se stesso. Il tessuto tanto caro al marchio rivive qui le sue mille e una possibilità di riuscita: stirato, stampato, stretch, aderente, oversize, dipinto a mano, strappato; lo troviamo sui jeans, sui capospalla, sui bermuda, sulle gonne extra long o su quelle mini, sui midi dress.

Il tutto sempre stratificato, combinato nelle varianti più esuberanti, eppure sempre credibile, vincente, estremamente desiderabile. Come Martens ci ha già più volte abituato, le sue collezioni sono sempre a cavallo tra la sartoria e il casual, tra il ready to wear e le costruzioni più sofisticate, tra l’artigianato Made in Italy e la sensualità contemporanea; ed è proprio questa linea sottile, sfumata, a tratti impercettibile eppure tagliente al punto giusto, ad aver contribuito al successo di Diesel negli ultimi anni.

Che si tratti di abbinare una giacca cargo in pelle grigia con solo calzini e tacchi a tubo, o un maglione a costine con una gonna in pelle e pantaloni in pelle abbinati o una giacca da moto con pantaloncini di cotone e collant stampati, l’appetito di Diesel per la stratificazione contemporanea rende il vestirsi più che un atto, un’attitude. E non c’è nulla di più sexy che avere un’attitude personale.

[📷 instagram: diesel]

Tags: Diesel , Glenn Martens , Resort 2025