Chanel: prezzi sempre più alti? Colpa dell’inflazione e delle materie prime

I brand di lusso stanno sempre più aumentando i loro prezzi e Chanel è senza dubbio uno dei marchi principali a cavalcare questa ondata.

Tuttavia l’amministratore delegato della maison francese, Leena Nair, ha difeso tale aumento, giustificandolo in quanto tiene conto dell’inflazione e degli standard elevati della produzione artigianale. La polemica è nata dopo l’ennesimo aumento di una delle sue borse più famose ad un costo di oltre 10.000 euro (10.725 dollari).

«Utilizziamo materie prime squisite e la nostra produzione è molto rigorosa, laboriosa, fatta a mano, quindi aumentiamo i nostri prezzi in base all’inflazione che vediamo», ha affermato il CEO Nair.

Negli ultimi anni Chanel ha aumentato i prezzi tra il 2,8 e l’8,3%, avvicinandosi sempre di più al livello di Hermès. Anzi, la Maxi Flap di Chanel ora costa 1.000 dollari in più rispetto alla Kelly 25 Togo Retourne di Hermès. Nel frattempo, a MF Fashion Bruno Pavlovsky, il presidente della divisione fashion, conferma che «i leather goods sono sempre in forte espansione nel nostro business e ne rappresentano una parte importante». E che i consumatori non sono delusi dagli aumenti. «Continueremo a farne» insiste Pavlovsky. Chanel continuerà ad aumentare i prezzi e continuerà ad acquistare aziende della filiera italiana.

“I marchi danno la colpa dei forti aumenti all’inflazione, ma non si tratta forse solo di una strategia di posizionamento?” Questo il dubbio insinuato dal famoso account Diet Prada, prendendo di mira tra gli altri proprio i due brand “competitor”, Chanel ed Hermès. In gioco non c’è solo il posizionamento sul gradino più alto del podio dei brand più desiderabili ed esclusivi, ma un giro d’affari milionario composto dagli acquisti di quel 2% di clienti più ricchi che è ora responsabile di oltre il 40% delle vendite totali del lusso.

L’1% di super ricchi,unici responsabili del 40% degli acquisti di lusso, ha trainato la ripresa dell’economia globale nel post-pandemia, spendendo più che mai nel lusso e diventando così il target dei brand. È scattata una vera e propria rincorsa per conquistarsi le loro attenzioni attraverso strategie sempre più sofisticate, tra cui esperienze personalizzate in negozio e narrazioni che “epiche”, con l’obiettivo di aggiudicarsi la loro fedeltà e aumentare la spesa a lungo termine.

La classe media? Praticamente sparita, e Chanel sembra non aver nessun ripensamento in merito.

[📷 Chanel.com]

Tags: Chanel