Bottega Veneta, l’eterna contemporaneità della Pre-Fall 24

Matthieu Blazy presenta la sua visione della Pre-Fall 24 di Bottega Veneta con degli scatti incorniciati da un set neutro, puro, etereo, come un piedistallo che innalza la monumentalità quotidiana che caratterizza gli abiti della maison italiana sin dal debutto del direttore creativo nel 2020. 

In questa collezione la borghesia milanese si rilassa, ma non perde la sua attenzione per i dettagli, che raggiunge il suo apice nel mix & match dei classici materiali di Bottega Veneta, ovvero la pelle, soprattutto quella intrecciata, ma anche di forme e textures. Per Matthieu Blazy, infatti, si può lanciare uno statement anche nella quotidianità, aggiungendo layer di stile che definiscono una personalità sempre al passo con i tempi, ma anche unica. Le borse sono protagoniste e l’intreccio viene declinato anche nei capi, come ad esempio con la gonna in pelle indossata sopra i pantaloni abbinati, ma anche la conferma delle scarpe-calzino, dei cappotti statement e dei colletti importanti. Gli orecchini in vetro di Murano ci ricordano il set della Winter 24 presentata lo scorso febbraio, mentre le borse che ricordano il pattern di una bandana ci fanno sognare la bella stagione.

Un viaggio nel tempo che ricorda le silhouette degli anni ’60 e ’70, con un tocco Bottega che rende tutto audacemente semplice, liberando ogni capo dai limiti inflitti dalle tendenze assicurando una contemporaneità eterna.

[📸 Instagram: matthieu_blazy]

Tags: Bottega Veneta , Matthieu Blazy , Pre-Fall 24