Articolo 31, tra la felicità per il ritorno e il dissing di Celentano, ci raccontano il nuovo album “Protomaranza”

È un tranquillo pomeriggio di fine aprile, quando arriviamo al Willy L’Orbo Studio, il quartier generale di J-Ax. Lì c’è il suo studio e sempre lì registra anche il suo podcast “Non Aprite Quella Podcast”. Il pretesto non era quello di visitare il covo stupendo di un “nerd” come Ax, ma parlare del nuovo disco degli Articolo 31, che oltre 20 anni dopo da “Italiano Medio” sono tornati con un nuovo disco. Si chiama “Protomaranza”, in uscita il 10 maggio 2024, e segna il ritorno di J-Ax e Dj Jad insieme, discograficamente parlando. Perché negli ultimi anni, dal 2018, ci siamo riabituati a vederli nuovamente uno accanto all’altro, tra l’attesa reunion a Sanremo 2023 e un tour sold out da maggio a settembre 2023, che ha visto presenti oltre 100mila spettatori. 16 tracce inedite che dimostrano una certezza: gli Articolo 31 sono tornati. Ma non campano di passato, cercando di replicare ciò che avevano fatto nel loro primo percorso artistico, bensì dimostrano di essere coerenti con la loro storia, ma regalandoci una versione contemporanea e come sempre dissacrante della loro poetica e musica. Grazie a un sound che spazia dal rap al funky, a ballad più introspettive, con dei featuring mirati, come ci ha abituati J-Ax anche negli anni da solista.

Tutti con un senso, nessuno per la voglia di aggiungere un nome tanto per. Bugo, Coma_Cose, Fabri Fibra, Guè, Jake La Furia, La Sad, Neffa, Nina Zilli, Rocco Hunt, Pinguini Tattici Nucleari, Tedua. Sono questi gli artisti che hanno partecipato al ritorno in grande stile degli Articolo. Da “Peyote”, in collaborazione con Fabri Fibra e Rocco Hunt, all’irriverente “Vaffanc*lo papà”, fino a “Contadino”, commovente affresco autobiografico di Ax dalle sonorità country che attraversa tre generazioni e diverse fasi storiche. Jad ci racconta di essere contento di quello che è venuto fuori. Il suo e di Ax è stato un lavoro che ha necessitato di tempo, tra il tour e un piccolo blocco che ha frenato i due, ma che hanno poi trovato la strada giusta per permettere agli Articolo di divertirsi.

A partire dal titolo, “Protomaranza”, racconta Ax: «È un trolling che abbiamo fatto. Cioè a un certo punto non sapevamo veramente che titolo dargli e siccome il titolo dovevamo annunciare molto prima dell’uscita dell’album, ho detto: fammi dare un titolo che ha un doppio valore. Primo, trollare tutti. Così pensano tutti che ci sia un tipo di musica totalmente al contrario di quella che poi c’è. Seconda cosa, la parola maranza è una parola che era di moda quando noi eravamo veramente giovani e passò di moda a metà anni ‘90. E adesso è tornata di moda, un po’ come noi. Quindi noi siamo “protomaranza”, perché siamo il seme da cui poi è nato il maranza».

@whoopsee.it Coerenti col passato, ma già nel futuro. Gli Articolo 31 sono tornati con “Protomaranza”, il nuovo disco in uscita il 10 maggio 2024. 16 brani arrivati dopo due anni di lavoro, con in mezzo la partecipazione al Festival di Sanremo 2023, con “Un bel viaggio”, e un tour con oltre 100 mila spettatori. Siamo andati a intervistarli per chiedere di più sull’album, ma non solo. Dal dissing negli anni ’90 ricevuto da Celentano fino a un ipotetico featuring dei sogni. Volete scoprire cosa hanno risposto J-Ax e DJ Jad al nostro “Inferno-Paradiso”? Non vi resta che guardare il video! #whoopsee #articolo31 #protomaranza #infernoparadiso ♬ original sound – Whoopsee

Noi siamo andati a intervistarli, sottoponendogli il nostro “Inferno-Paradiso”. Dal dissing negli anni ’90 ricevuto da Celentano, alle sensazioni per questo ritorno, fino a un ipotetico featuring dei sogni. Se volete scoprire quello che ci hanno raccontato su questo e molto altro, potete farlo vedendo il video su TikTok.

[📸 Andrea Bianchera]

Tags: J-Ax , DJ Jad , Articolo 31