Anna Wintour sotto accusa per l’accordo con TikTok per il Met Gala

Diciamo che il tempismo non aiuta. Manca sempre meno alla notte del Met Gala 2024, che andrà in scena al Metropolitan Museum of Art di New York il prossimo 6 maggio 2024. Una notte di consuete stelle, che illumineranno la cena di gala per la raccolta fondi presieduta da Anna Wintour. Al fianco dell’icona della moda in veste di co-host ci saranno Bad Bunny, Jennifer Lopez, Chris Hemsworth e Zendaya, ma anche gli “honorary chair” Jonathan Anderson e il CEO di TikTok, Shou Zi Chew. Ecco proprio su quest’ultimo nome la polemica è divampata. Perché proprio negli ultimi giorni è arrivata alla conclusione, o quasi, il procedimento riguardo la legge che potrebbe bandire l’applicazione cinese dagli Stati Uniti.

Se infatti il Congresso bipartisan ha approvato la legge e il presidente degli Stati Uniti ha firmato il provvedimento, dall’altra c’è il countdown di nove mesi (o qualcosa in più) per ByteDance, società proprietaria dell’app, per vendere o vedere gli oltre 170 milioni di iscritti statunitensi con i contenuti oscurati. A tutto questo si aggiunge la presenza, come dicevamo, di Shou Zi Chew e la partnership che TikTok ha con i Met Gala. Secondo quando riportato da PageSix in esclusiva, infatti, Anna Wintour sarebbe sotto accusa e deve rispondere alle domande imbarazzanti su questo accordo multimilionario.

Il portale scrive che «TikTok ha speso milioni per sponsorizzare l’evento in un accordo che», secondo fonti vicine al colosso social, «era stato stipulato molto prima che il divieto diventasse legge». E una fonte vicino al Met Gala ha parlato di ciò a PageSix: «È vero che l’accordo è stato concluso molto prima che questo disegno di legge fosse approvato, ma questo è un disastro di pubbliche relazioni. Cosa fa Anna? Annulla l’invito a TikTok una settimana prima? Non può. Anna è la dittatrice totale di questo evento ogni anno, lasciala parlare per uscire da questo!». Secondo la fonte, inoltre, l’imbarazzo sarebbe ulteriore perché ci sarebbero attriti anche tra TikTok e alcuni artisti presenti al MET Gala, come lo stesso Bad Bunny o Rihanna, habitué all’evento, entrambi sotto Universal, al centro di una disputa sui diritti delle canzoni – al momento non utilizzabili sul social. E su questo la fonte a PageSix ha detto: «Ci saranno molti musicisti che praticamente non sono stati pagati nulla da TikTok. Avere TikTok come sponsor è un insulto».

Un partecipante abituale del Met sempre al portale aggiunge: «Non c’è nulla che possano fare riguardo all’affiliazione TikTok ora. L’hanno scelto perché TikTok ha firmato un assegno – e al giorno d’oggi non sono molte le persone in grado di scrivere un assegno a sette cifre. È anche parte integrante del mondo della moda». Dal Met e da Condé Nast negano preoccupazioni sull’accordo, anzi definiscono TikTok un’azienda molto generosa – «ottimi partner».

[📸 BACKGRID / IPA]

Tags: TikTok , Anna Wintour , Met Gala