Alexander Wang: stiamo assistendo ad una nuova strategia di rilancio del brand più famoso degli anni ’10?

C’è stato un momento, presumibilmente tra il 2010 e il 2013, dove Alexander Wang era “ il brand”. Indossato da tantissime celebs anche per il dailywear, il suo stile “Sportlux” capace di combinare abilmente accessori e indumenti tipici dello sportswear con accessori glam ha fatto la storia degli anni ’10 del 2000, grazie alla sua portabilità versatile.

Poi le innumerevoli accuse di molestie a partire dal 2020 hanno minato fortemente la figura del designer, tanto che si è parlato di un inevitabile declino. Sicuramente l’hype di circa 10 anni fa è andato smaltendosi, ma ad oggi Alexander Wang sembra molto determinato a sancire un ritorno del proprio brand nell’Olimpo del fashion system.

Emblematico a tal proposito l’ultimissimo post del designer americano di origini taiwanesi; in piena “Met Gala Fever” una donna misteriosa è uscita dall’Hotel Carlyle di New York quasi completamente nuda ad esclusione di un micro short di pelle nera, col volto coperto da una maschera con borchie in metallo e la it bag della maison, la “Ricco Bag”, indossata frontalmente per coprire il seno.

Un’abile mossa per far parlare di se o una strategia di marketing in concomitanza con il rilancio di una delle borse icona del brand? Probabilmente entrambi, fatto sta che Wang ha scelto di cavalcare due trend fondamentali del momento: da una parte il periodo del Met Gala, sfruttando uno degli hotel più frequentati dalle celebs in occasione della venue, il Carlyle, come location, dall’altra il “Naked Look” che, promosso non senza scandali inizialmente solo da Bianca Censori, sta diventando via via una tendenza a cui tutti cercano di ispirarsi, non sempre con i risultati sperati, vedi Doja Cat.

Sarà necessaria questa mossa per restituire ad Alexander Wang la fama di un tempo o il suo regno è ormai tramontato definitivamente? Attendiamo nuovi sviluppi.

[📷 alexanderwang.com]

Tags: Alexander Wang