Trend: la “new era” della Queer generation, tra stile e rivendicazione

L’ultimo film con protagonista Kristen Stewart, “Love Lies Bleeding”, un thriller queer ambientato sullo scenario delle palestre per body builders, ha sancito un definitivo quanto nuovo approccio allo stile. Se dal New York Times si parla già del nuovo “Lesbian Fashion”, la questione sembra espandersi ad un territorio decisamente più ampio rispetto a quella che può essere l’identità di genere, riportandola ad un piano stilistico, ma nuovamente concepito come chiave di volta per esprimere concetti di vario genere.

Il guardaroba della Stewart, paparazzata in diverse occasioni sfoggiando proprio questo nuovo codice estetico, ha incarnato un gusto gioioso e vagamente giddy – nuova terminologia che ci parla di edonismo e piacere applicata ai giovanissimi – che sembra star influenzando le nuove generazioni lesbiche e queer. Un sapiente mix di elementi super sensuali e deliziosamente leziosi, come pizzi, bralette, intimo a vista e mini decisamente mini, abbinati a capi sartoriali e tradizionali, come blazer su misura, camiceria e cravatte.

«È così giocoso e maledettamente sexy» ha detto Daniella Kallmeyer, designer dell’omonimo brand newyorkese, che ha continuato «Non si tratta di un look “tipico”. Questo perché non esiste un abbigliamento tipico che definisca l’identità di genere o una preferenza sessuale. Si tratta di possedere senza scuse e soprattutto liberamente la propria identità, a prescindere da tutto il resto».

Un approccio che non è mancato neppure sulle passerelle della Spring 2024; basti pensare alle sfilate di Maison Margiela, dove i modelli indossavano capolavori di corsetteria, o a Miu Miu, dove Miuccia Prada ha inventato un nuovo mondo di polo stropicciate e scarpe da barca, come se le modelle avessero fatto irruzione in un qualche college privato e maschile britannico.

La scrittrice Eleanor Medhurst, che ha da poco pubblicato il nuovo libro “Insuitable: A History of Lesbian Fashion”, ha espresso una valenza anche politica in merito a queste nuove tendenze stilistiche. Stando a quanto riportato a T The New York Times Style Magazine, ha affermato « Nell’ultimo decennio, il panorama politico ha incoraggiato la visibilità queer in nuove forme, ma ora quegli stessi politici stanno cercando di schiacciare quella visibilità. Le donne queer stanno respingendo questa sopraffazione con la moda, che può avere un ruolo davvero importante nel rendersi visibili al mondo».

 [📷 MEGA]

Tags: Fashion , Kristen Stewart , queer , Lesbian