Ralph Lauren: la collezione Fall/Holiday 2024 è un tributo all’heritage più puro del designer simbolo degli USA

Capospalla morbidi, le ispirazioni maschili come suit e cravatte, la maglieria rilassata, ma anche le influenze del mondo Rodeo e western, gli slip dress dalle silhouette a sirena, la palette colori che va dai nude più tenui alle nuances terra più sature e profonde, ma anche i tessuti scintillanti; c’era proprio tutto nell’ultima collezione di Ralph Lauren, la Fall/Holiday 2024 presentata ieri nell’headquater dell’azienda, una sfilata che potremmo definire come un vero e proprio tributo ai codici estetici più riconoscibili e iconici del designer, a capo del brand che forse meglio di tutti ha e continua a rappresentare l’essenza della moda americana.

Dopo 57 anni, Lauren continua a portare avanti le sue ispirazioni ma traslandole oggi in un linguaggio contemporaneo ma soprattutto funzionale alla quotidianità delle donne di oggi; non più così specificatamente legati ad una tendenza singola, ma un mix di elementi iconici che permetta alle clienti di poter creare il proprio stile personale adattandolo alle proprie esigenze.

Lo stile mannish, rubato al guardaroba maschile, è sempre stato uno dei punti focali del designer, e oggi più che mai, con un ritorno delle cravatte sulle passerelle e grazie alle nuove personalità pubbliche che lo hanno riportato in auge (vedi Billie Eilish), non possiamo fare a meno di rispolverare l’archivio del designer americano, quando sin dagli anni ’70 curò i look di Diane Keaton nel film cult di Woody Allen “Io e Annie”, che prevedevano gilet, giacche e cravatte e pantaloni morbidi color cachi.

Stessa storia per il “Western-Core” che questa stagione ha sancito il definitivo ritorno grazie all’album “Cowboy Carter” di Beyoncé; Lauren ha sempre rubato ispirazioni per le proprie collezioni al mondo del Far-West, con cappelli texani, cinture e fibbie, frange, carpendo l’essenza più autentica del DNA americano, l’America dei ranch e dei cavalli, e mescolandola con l’allure più sofisticata della Vecchia Hollywood, con abiti da sera drappeggiati e super sensuali, ma anche il tipico “Coastal trend”, quello tipico delle vacanze agli Hamptons, fatto di pull e camicie morbidi, colori soft.

In un monento di fragile precarietà per il fashion system, la coerenza con un’evoluzione silenziosa di Ralph Lauren rappresenta la chiave del suo successo. Un successo confermato anche dall’interesse da parte delle generazioni più giovani, che hanno fatto del celebre orso della maison una tendenza imperdibile per i propri look, come dimostrato anche dai vari video che spopolano su Tik Tok.

E a chi gli chiede se, sulla falsa riga di altri designer “storici” come Armani e Dries Van Noten stia pianificando anche lui la propria successione, il designer ottantaquattrenne risponde con serenità che al momento sta benissimo dov’è. «Finché sono forte e bello».

[📷 ralphlauren.com]

Tags: Ralph Lauren , Fall Resort 2024