Mondiali Qatar 2022: un uomo con la bandiera arcobaleno fa invasione di campo durante Portogallo-Uruguay

Ieri sera – lunedì 28 novembre – nel corso della sfida ai gironi tra Portogallo e Uruguay valida per la qualificazione agli ottavi di finale dei Mondiali di calcio che si stanno attualmente svolgendo in Qatar, un uomo si è reso protagonista di un’invasione di campo molto particolare. “Il Falco”, è questo il soprannome con il quale è conosciuto l’italiano Mario Ferri, non nuovo a questo tipo di manifestazioni. Il pescarese, in quest’occasione, ha deciso però di scendere in campo con una bandiera arcobaleno – simbolo forte poiché rappresenta la libertà sessuale di cui si è tanto discusso nelle ultime settimane in relazione alle negazioni dei diritti messe in atto dal paese che ospita la competizione – e una maglietta con la scritta “Respect for iranian woman” da un lato e “Save Ukraine” dall’altro, sotto il simbolo di Superman – già utilizzato dallo stesso Ferri anche durante precedenti invasioni di campo -.

Prontamente bloccato dalla security, che lo ha poi riaccompagnato fuori dal terreno di gioco, l’uomo ha lasciato cadere la bandiera con la scritta “Pace” poi raccolta dall’arbitro prima di dare nuovamente il via alla gara. Pochi minuti dopo, Cristiano Ronaldo ha sbloccato la partita con un gol poi attribuito a Bruno Fernandes, il quale ha poi siglato la sua personale doppietta con un rigore concesso al 93’.

Tags: Mondiali 2022 , Mondiali Qatar 2022 , Mondiali Qatar , Uruguay , Il Falco , LGBTQIA+ , Portogallo