Lana Del Rey, la rinascita di una Sad Girl destinata all’eternità

2011, la “Tumbrl Era” spopola su internet e la Indie Culture si fa largo in quella mainstream. È in questo momento che circola online il video di una canzone che si chiama “Video Games” e rievoca un immaginario vintage di estati passate, amori consumati sullo sfondo dell’American Dream, il tutto inframmezzato dalla faccia di una misteriosa ragazza dalla voce suadente. Quella ragazza è Lana Del Rey e Video Games diventa così virale che tutti cominciano a chiedersi chi sia questa cantante ipnotica. Newyorkese, Elizabeth Grant comincia ad appassionarsi alla musica sin da giovanissima; ragazza tormentata, si laurea in metafisica e scrive di amori tossici, femminilità contorta, ma anche dell’America e i suoi miti. Se le altre pop stars tendono alla spettacolarizzazione, Lana è una creatura silenziosa, a tratti mistica; il suo look si ispira alle dive della Old Hollywood, ma anche a icone degli anni ’60 come Priscilla Presley. Eye-liner, hairstyling voluminosi, i suoi outfit passano da giacche da biker vintage, a mini dress in pizzo da lolita, ma anche sofisticate creazioni di Gucci e Dolce&Gabbana.

I suoi testi non vogliono esprimere forza a tutti i costi, ma la fragilità, le dipendenze emotive, la malinconia, tant’è che il suo genere viene ribattezzato come “Hollywood Sad-Core”. Lana diventa la paladina di tutti coloro che hanno accettato la tristezza come componente inevitabile dell’esistenza. I suoi testi sono stati apprezzati sin da subito dalla critica; non è una semplice interprete, ma una poetessa dark, una cantautrice capace di spaziare dal dream pop all’hip hop. Dopo un periodo di ritiro, Lana è tornata e l’ultima performance al Coachella ne è la prova. Ma c’è da chiedersi se fosse davvero mai andata via; sin dall’inizio della sua carriera si è sempre mostrata riservata, e i suoi silenzi, come ha spiegato lei stessa, sono pause per riflettere, abbracciare un dolore che fa male ma che permette di rinascere dalle proprie ceneri. Dopotutto lei cantava “Born to die” in una delle sue hit più celebri, ma forse sarebbe giusto anche invertire con “Die To Live”. E Lana vive, su questo non c’è alcun dubbio

[📷 Getty Images; PA Images, Alamy, Sipa USA / IPA; 📹 Getty Images; TikTok: sxrgito, joshacrawf]

Tags: Lana Del Rey