“Il talento di Mr. Ripley” è ancora oggi l’estetica per un’estate sofisticata

Gelosie, intrighi, delitti. Camicie in lino, longuette a fiori e mocassini Gucci. “Il talento di Mr. Ripley”, il sofisticato thriller psicologico del 1999, deve il suo successo a una formula senza tempo, che resiste al passare degli anni. E non solo grazie alla regia e alla maestria di attori come Matt Damon, Jude Law e Gwyneth Paltrow, ma soprattutto per merito dell’azzeccata scelta estetica. Dopo più di 20 anni, la pellicola di Anthony Minghella – che oggi ha ispirato la serie tv Netflix “Ripley” – traccia ancora i margini di una tendenza ammaliante e amatissima dalle celebrità, evocando lo spirito carefree della Costiera attraverso essenziali scelte sartoriali. Ci sono le camicie button-down e le cravatte in maglia di Ripley, in perfetto stile Ivy League, la cui compostezza viene costantemente interrotta dal disinvolto guardaroba di Dickie, fatto di polo a righe, pantaloncini in lino ed espadrillas. Due stili che si avvicinano sempre più, fino a fondersi l’uno con l’altro in un vortice di ossessione.

E poi c’è Marge, con la sua personalità naïf che si costruisce attraverso camicie annodate, fasce per capelli e beauty look acqua e sapone, su una palette di tonalità neutre attraversate da guizzi pastello. La sua estetica minimalista, quest’anno più che mai, ha ispirato tantissime celebrità sulla Croisette, durante il Festival di Cannes. Tra queste, Elle Fanning, Nicky Hilton, Toni Garrn e Bella Hadid, con le loro mise off-duty all’insegna del quiet luxury. Ma seguono il trend anche gli outfit mix&match di Poppy Delevingne, così come gli abbinamenti delicatamente eccentrici di Hunter Schafer e i completi casual-chic di Meryl Streep. Nel frattempo, a Manhattan, Jude Law gioca con il method dressing per una passeggiata a SoHo, e rievoca quei look estivi spensierati tipici del suo amatissimo personaggio.

[ 📹 BACKGRID 📸 Getty Images; DGP/imageSPACE / MEGA; United Archives GmbH, Alamy, Shutterstock, Crystal Pictures, Sipa USA / IPA]

Tags: Film , Gwyneth Paltrow , Cannes , Mr. Ripley , estetica