E-commerce, secondo un nuovo studio la crescita dello shopping online rallenta negli Stati Uniti

Un recente studio condotto da Adobe Analytics rivela nuovi dati riguardo lo shopping online negli Stati Uniti e sui comportamenti dei consumatori sempre più volti verso il risparmio. Secondo la ricerca, infatti, la crescita degli e-commerce negli States starebbe affrontando un rallentamento: nonostante la spesa online sarebbe in aumento, i consumatori vanno a caccia dei prodotti più economici e delle offerte in tutti i settori, utilizzando sempre di più i dispositivi mobili e approfittando di programmi volti alla convenienza come “acquista ora, paga dopo”.

Secondo Adobe, infatti, nel primo trimestre del 2024, precisamente dal 1° gennaio al 30 aprile, i consumatori statunitensi hanno speso online 331.6 miliardi di dollari, con un aumento del 7% su base annua e prevede che la prima metà del 2024 genererà oltre 500 miliardi di dollari di spesa online, con una crescita del 6.8% su base annua: un dato lontano dalla crescita a doppia cifra osservata negli ultimi anni, in particolare durante il periodo del COVID-19.

Nel corso di un’intervista rilasciata a “WWD”, Vivek Pandya, analista capo di Adobe Digital Insights, ha affermato che i consumatori hanno iniziato a comprare seguendo scelte sempre più “strategiche”, aggiungendo: «In un contesto economico imprevedibile, gli ultimi dati di Adobe Analytics mostrano una continua resilienza nell’economia digitale, poiché i consumatori abbracciano nuove categorie online. Il settore dei generi alimentari è un settore di spicco e Adobe prevede che nei prossimi tre anni la categoria diventerà una forza dominante nell’e-commerce, alla pari dell’elettronica e dell’abbigliamento in termini di quota delle entrate».

Tags: e-commerce , shoppong online , Adobe Analytics