David di Donatello 2024, ”Io Capitano” di Matteo Garrone è il miglior film, ma trionfa anche “C’è ancora domani” di Paola Cortellesi

La cerimonia di premiazioni dei David di Donatello è ufficialmente terminata premiando le stelle che hanno saputo raccontare il cinema italiano durante l’ultimo anno. A vincere la statuetta più ambita, quella del miglior film, è stato Matteo Garrone con “Io Capitano”, che è stato premiato anche per miglior regia, fotografia e montaggio. 

Protagonista assoluta della serata è stata Paola Cortellesi: il suo “C’è ancora domani” di record ne aveva già battuti, a partire dagli incassi, ma stasera, dopo 19 candidature ai David di Donatello, ha ricevuto il riconoscimento più grande. Oltre al precedentemente assegnato David dello Spettatore, si è aggiudicato premi per il miglior esordio alla regia, miglior attrice protagonista e non protagonista, miglior sceneggiatura originale e il David Giovani, tutti per il film di Paola Cortellesi, che, emozionata e grata, accetta le ambite statuette dai presentatori della serata Alessia Marcuzzi e Carlo Conti e dagli illustri ospiti che le hanno consegnate. Allo Studio 5 di Cinecittà (quello di Federico Fellini) ha fatto la storia, non solo con il suo film diventato ormai un fenomeno mondiale di racconto e denuncia, ma anche con il suo discorso: «Voglio ringraziare gli spettatori, che quando si costruisce una storia per il grande schermo, si spera ci siano tante persone a guardare quello schermo», dice la regista accettando il primo premio della serata, il David dello Spettatore. 

«Non mi piace chi considera gli spettatori una massa indistinta di estranei in cerca di semplificazioni, gli spettatori siamo noi, siamo tutti. (…) Grazie ai cinque milioni di persone che hanno compiuto il gesto eroico di uscire di casa, cercare parcheggio, pagare un biglietto, scegliere proprio questo film e fidarsi di ciò che avevo da proporre loro. (…) Ringrazio – non ricordo i loro nomi – il signore di Torino che ha detto: “Ero uno di quei bambini che mandavano di là”, e la signora di Genova che con fierezza ha alzato la mano e ha detto: “Io sono stata una Delia ma ora non lo sono più”. Le vostre parole hanno scavalcato le chiacchiere da film e sono entrate nelle vite, le nostre, dando un senso profondo al nostro lavoro», ha aggiunto Paola Cortellesi ricevendo il premio.

Tra le altre premiazioni, ci sono anche Michele Riondino per Palazzina Laf” come miglior attore protagonista ed Elio Germano per lo stesso film come miglior attore non protagonista. Il premio miglior va ai Subsonica per “Adagio”, mentre ”Rapito” vince i migliori costumi (Sergio Ballo), scenografia (Andrea Castorina), trucco (Enrico Iacoponi) e acconciatura (Alberta Giuliani).

[📸 IPA]

Tags: Matteo Garrone , Io Capitano , Paola Cortellesi , C'è ancora domani , David di Donatello 2024