Apple annuncia nuove funzionalità di accessibilità in arrivo entro la fine dell’anno sui propri dispositivi

Le novità non si fermano mai. I team di Apple sono al lavoro a Cupertino per rendere i propri dispositivi ancora più performanti e alla portata di tutti. E nella giornata di oggi, giovedì 16 maggio 2024, il colosso della tecnologia ha reso noto alcune nuove funzionalità che arriveranno entro la fine dell’anno. Una delle novità che farà più rumore è una funzionalità per persone con disabilità fisiche che consentirà di controllare i dispositivi solo con l’utilizzo della vista. Si chiama “Eye Tracking”, ed è stato creato anche grazie all’intelligenza artificiale, offrendo agli utenti un’opzione integrata per navigare su iPad e iPhone solo con gli occhi. Eye Tracking, si legge sul comunicato, «utilizza la fotocamera frontale per la configurazione e la calibrazione in pochi secondi e, con l’apprendimento automatico sul dispositivo, tutti i dati utilizzati per configurare e controllare questa funzionalità vengono conservati in modo sicuro sul dispositivo e non sono t condiviso con Apple».

Questa funzionalità sarà possibile sia su iPadOS e app iOS e non necessiterà hardware o accessori aggiuntivi. Con Eye Tracking, gli utenti potranno navigare nelle app, utilizzando il Dwell Control per attivare ciascun elemento, con la possibilità di accedere a funzioni aggiuntive come pulsanti fisici, scorrimenti e altri gesti esclusivamente con gli occhi. Parola d’ordine: accessibilità. Perché per le persone non udenti o quelle con problemi di udito c’è Music Haptics. Con questa funzionalità di accessibilità attivata, infatti, «il Taptic Engine di iPhone riproduce tocchi, trame e vibrazioni raffinate nell’audio della musica».

Ma c’è di più. Perché sui dispositivi iPhone e iPad, con le scorciatoie vocali si potranno assegnare espressioni personalizzate che Siri può comprendere per avviare scorciatoie e completare attività complesse. Questo è possibile grazie a un’opzione per migliorare il riconoscimento vocale per una gamma più ampia di discorsi. Listen for Atypical Speech è la funzionalità progettata per utenti con patologie acquisite o progressive che influiscono sul linguaggio, come paralisi cerebrale, sclerosi laterale amiotrofica (SLA) o ictus e utilizza l’apprendimento automatico sul dispositivo per riconoscere i modelli vocali degli utenti. Queste funzionalità permettono un nuovo livello di personalizzazione e controllo, basandosi sulle funzionalità introdotte in iOS 17 per gli utenti che non parlano o che rischiano di perdere la capacità di non parlare.

Insomma, molte novità, tra CarPlay, Vision Pro, oltre ad iPhone e iPad, che implementano le funzionalità sull’accessibilità, in modo da permettere davvero a tutti di poter utilizzare al meglio i dispositivi Apple.

[📸 apple.com]

Tags: Apple , Accessibilità